IN VIAGGIO

Scritto da Paolo Ravasi on . Postato in BLOGS

...questa volta non ho voglia di scrivere nulla: semplicemente, se ci riuscite, "viaggiate" con loro.

LA FALSA SOLITUDINE

Scritto da Paolo Ravasi on . Postato in BLOGS

"Una persona che sa stare da sola, non è mai sola. Le persone che non sanno stare sole, sono sole"... è tutto il giorno che penso a questa frase; a quanto sia vero il suo significato ed ancor di più a quanto descriva, in modo quasi scioccante per la sua perfezione, le sensazioni che provo nel passare del tempo con me stesso mentre mi diletto nel mio hobby.

Anche questa volta - l'ennesima - ho avuto la fortuna di poter ammirare soggetti splendidi, completamente "in solitudine" (o forse no?) anche grazie al maltempo che evidentemente ha scoraggiato gli altri fotografi... senza mai sentirmi solo.

...per poi tornare "da loro", a casa, e sentirmi ancora più felice.

UN SOGNO AD OCCHI APERTI

Scritto da Paolo Ravasi on . Postato in BLOGS

La fotografia può essere evasione ed anzi, per me è soprattutto questo; è poter vedere sempre la natura con gli stessi occhi di quando ero bambino, sentire lo stesso entusiamo nascere nuovamente ogni volta... continuare a sognare ad occhi aperti.

CERTI AMORI NON FINISCONO....

Scritto da Paolo Ravasi on . Postato in BLOGS

E' proprio vero che certi amori non finiscono mai... come canta Venditti, fanno dei giri immensi e poi ritornano; gli acquari hanno occupato una bella fetta del mio tempo negli ultimi 10 anni e dopo una pausa dovuta sicuramente alla mancanza di tempo (non è sempre facile districarsi tra famiglia, lavoro e tutti gli altri impegni della vita) ecco che la vasca della sala, ormai ridotta ad un semplice contenitore di acqua, ha "chiesto" (ed ottenuto) di tornare agli antichi splendori o quanto meno di essere presa nuovamente in considerazione. 

LA FORESTA DI GHIACCIO

Scritto da Paolo Ravasi on . Postato in BLOGS

L'inverno - quello vero - alla fine sembra essere finalmente arrivato e con lui anche la neve ha fatto la sua comparsa. Il giorno prima nel bosco si potevano trovare le fioriture di Helleborus n., ma anche già le Primule, quest'ultime decisamente in anticipo sui tempi, visto la "strana stagione" a cui stavamo assistendo.

Ora tutto sembra essere tornato alla normalità; con il nuovo anno la foresta si è vestita di bianco, regalandomi uno spettacolo meraviglioso, nel silenzio tipico che solo con la coltre di neve è possibile "ascoltare".