QUEI 2 METRI CUBI SCARSI

Scritto da Paolo Ravasi on . Postato in BLOGS

Molti amici mi chiedono cosa mi spinga a rimanere per ore in un capanno, in condizioni spesso proibitive o comunque scomode; molti altri invece sanno bene quale sia il motivo che ti spinge a far diventare quei "2 metri cubi scarsi" il proprio piccolo mondo privato dal quale poterne osservare un altro, appena fuori, in tutta la sua bellezza. 

Difficilmente i primi potranno capire sino in fondo le motivazioni che mi spingono a farlo. Potrei spiegargli che in quei momenti ho l'opportunità di poter osservare con i miei occhi un mondo diverso da quello che nel quotidiano siamo abituati a guardare, oppure che lo spettacolo della natura se vissuto in prima persona è decisamente diverso da quello che si può godere da uno schermo televisivo (seppur utile anch'esso), in quanto privo di una caratteristica fondamentale, oltre a luce e suoni... gli odori. Ancora potrei spiegargli che in fondo il caldo o il freddo di questi giorni non sono altro che una parte fondamentale di tutta quell'esperienza, senza non sarebbe la stessa cosa, senza non sarebbe vissuta (il divano di casa è un'altra cosa). In verità la cosa più bella è che in quei momenti, se rimani solo in quei "2 metri cubi scarsi", impari prima di tutto a conoscere te stesso. 

Delicata e semplicemente bella

Scritto da Paolo Ravasi on . Postato in BLOGS

La "mora" ha più colori e certamente più carattere (a volte quasi invadente e un poco temeraria), la "crestata" con il suo bel ciuffo all'apparenza è più timida, ma forse è solo narcisismo, mentre quella "allegra" quando arriva fa la festa a tutte quante. A volte la bellezza alberga nella semplicità ed è proprio questa la forza della piccola e delicata Cincia bigia.

IL "WILD" VICINO A CASA

Scritto da Paolo Ravasi on . Postato in BLOGS

La fotografia naturalistica non è necessariamente "fatica e sudore"; sicuramente occorre sempre molta pazienza e un minimo di spirito di adattamento, ma può essere anche realizzata (e vissuta) attraverso strutture che garantiscono comodità e accoglienza, così da poter permettere ai visitatori di potersi godere il così detto "spettacolo della natura" in piena tranquillità, pur fotografando soggetti assolutamente WILD. 

VECCHIE ABITUDINI

Scritto da Paolo Ravasi on . Postato in BLOGS

Le vecchie abitudini sono dure a morire; ho trascorso praticamente tutto il mese di Agosto senza scattare fotografie, dedicandomi il più possibile alla mia famiglia (come è giusto che sia e con estremo piacere), maturando però con sempre maggior insistenza la voglia di tornare a trascorrere qualche ora nella tranquillità del mio capanno.

Ed eccomi quindi finalmente ancora lì, a montare l'attrezzatura al buoi e ad attendere le prime luci, sperando che qualche ibis venga a farmi visita... l'attesa è stata ripagata, divertendomi ad osservare i lavori di manutenzione dei nidi, messi a dura prova dal peso dei nuovi nati, ormai pronti ad abbandonare la sicurezza della loro dimora.

EMOZIONI DA RIVIVERE

Scritto da Paolo Ravasi on . Postato in BLOGS

Le immagini sono spesso ricordi preziosi; sono una sorta di macchina del tempo. Ti riportano a rivivere in qualche modo quelle emozioni che in fondo sono il vero significato per cui, almeno personalmente, mi dedico con passione alla fotografia naturalistica.

Ho ancora tante immagini da selezionare... ancora tante emozioni da rivivere.